La storia di Pinky

Pinky è a Snehalaya, la Casa dell’Amore gestita dai Salesiani di Don Bosco nell’Ispettoria di Guwahati. Proviene da una famiglia distrutta. Quando aveva 6 anni suo padre si risposò e insieme ai suoi fratelli iniziò ad essere fisicamente torturata dalla matrigna che non gli dava da mangiare, non li mandava a scuola e li costringeva a fare i lavori domestici. Un giorno Pinky venne picchiata così violentemente che decise di scappare di casa. Ritrovata in mezzo a una strada, fu trasferita a Snehalaya. Da quel giorno, grazie al Sostegno a Distanza, la vita di Pinky si è trasformata. Ha iniziato a studiare con ottimi risultati e, seguendo la sua passione, ora vuole diventare un’infermiera per aiutare gli altri e si è iscritta alla scuola infermieristica Holy School of Nursing di Haflong.

Snehalaya: Casa dell’Amore.

Fondata nel 2001, è un’organizzazione destinata ai più piccoli, smarriti e svantaggiati bambini che hanno bisogno di amore, cure e protezione. In modo particolare Snehalaya accoglie i bambini di strada, orfani, che vagano nelle strade di Guwahati. Il motto di Snehalaya è “Toglierli dalla strada rimetterli in piedi”. Qui i bambini vanno a scuola, accolti dall’età di 6 anni e fino ai 18. Ci sono 5 case a Snehalaya nelle quali alloggiano circa 220 bambini che sono stati tolti dalla strada e ai quali sono stati restituiti i diritti fondamentali. Sin dalla sua fondazione e sino ad oggi Snehalaya ha aiutato circa 1.600 bambini. Il cambiamento che Snehalaya vuole ottenere è quello di rendere Guwahati un modello positivo per tutta l’India, una città a misura di bambino dove ognuno di loro possa godere dei propri diritti.

0
Bambini ospitati a Snehalaya