Gino Prandina, Presidente, Consigliere e Membro del Comitato Esecutivo

Io sono tra i veterani, consigliere della prima ora, chiamato da Padre Alessi a seguire e realizzare il suo ultimo progetto, incontrare gli ultimi, quelli che Dio ama. Per la seconda volta sono stato eletto, con mio profondo onore e soddisfazione, Presidente di Fratelli Dimenticati, spero di spendere il mio impegno a favore dell’accoglienza, della disponibilità e all’aiuto concreto a quanti tendono le loro mani. Di sicuro con questo nuovo Consiglio e con te al nostro fianco, insieme a tutti i sostenitori della nostra missione, la strada, seppur impervia, sarà meno difficile da percorrere. Un buon cammino a tutti!

Bolla don Claudio Don Claudio Bolla, Vice Presidente, Consigliere e Membro del Comitato Esecutivo

Sono Don Claudio Bolla, sacerdote salesiano. Sono stato per 7 anni Presidente della Fondazione Fratelli Dimenticati e ho potuto visitare tante missioni dell’India, del Nepal, del Guatemala e del Sud-Sudan, dove mi sono impegnato per la costruzione di una scuola a Karthoum. Per me la Fondazione è un grande ponte che unisce l’Italia e le terre di missione, un ponte su cui passa tutto l’amore, tutta la tua generosità e la generosità dei nostri donatori destinata a tanti fratelli lontani e dimenticati.

Gatti costantino Costantino Gatti, Consigliere e Membro del Comitato Esecutivo 

Sono passati diversi anni da quando conobbi Padre Antonio Alessi che mi invitò a seguirlo in India con pochi altri, dove ho avuto l’onore di conoscere Madre Teresa di Calcutta, grande amica di Padre Antonio. Passarono pochi mesi e, assieme a Gino Prandina, Gianni Alessi e pochi altri volontari, demmo vita a questa organizzazione che ha fatto molto, ma ci sono ancora molte persone che confidano nel nostro aiuto. Dal canto mio cercherò di dare il massimo, certo che tutti insieme sapremo dare una risposta alle persone meno fortunate di noi.

  Marco Fortunato, Consigliere

Sono nato a Padova nel 1967 e ho conseguito la Laurea in Ingegneria presso la facoltà di Padova . Sin dal 2004, anno di inizio della mia attività, ho collaborato e sostenuto la Fondazione Fratelli Dimenticati. Considero la nomina di consigliere un grande privilegio e uno stimolo per mettere a disposizione la mia esperienza e le mie conoscenze in campo informatico. L’obiettivo comune sarà quello di raggiungere e sensibilizzare un maggior numero di persone per sviluppare nuovi progetti di beneficenza e consolidare quelli già in essere.

Maria_Grillo Maria Grillo, Consigliere

Da molti anni sono attiva nel mondo del volontariato. Con Fondazione Fratelli Dimenticati condivido sia la forte spinta ad accogliere le richieste di aiuto da chi è nato nelle parti del mondo più povere, sia il desiderio di garantire a tutti gli stessi diritti umani, un’opportunità di riscatto, dignità e futuro migliore. Grazie alle mie competenze in ambito Comunicazione e Marketing, mi impegno a far giungere ad un numero sempre maggiore di persone i veri valori assoluti della vita in cui la Fondazione continua a credere da oltre 30 anni: solidarietà e giustizia sociale.

Franco Parisotto, Consigliere 

Ho conosciuto la Fondazione molti anni fa attraverso la testimonianza di Gino Prandina. Con la mia azienda ho finanziato quota parte di questi progetti per la semplice ragione che siamo tutti fratelli senza alcuna distinzione. Sono entrato nel Consiglio di Amministrazione per “dare una mano” nel portare avanti questo impegno umano e civile. È una gioia per me sapere che ogni risorsa in più che riusciamo a destinare ai progetti della Fondazione sarà per questi nostri fratelli.

Massimo Rebellato, Consigliere

Sono nato a Cittadella, nella provincia di Padova, nel 1971, dove vivo con la mia famiglia e svolgo la professione di dottore commercialista e revisore legale. Nel corso della vita ho fatto varie esperienze nel volontariato locale nell’ambito dell’associazionismo sportivo e parrocchiale. Ho accettato l’incarico di consigliere della Fondazione Fratelli Dimenticati per mettere al servizio degli altri le mie competenze al fine di far crescere il bene comune e cercare di restituire dignità a chi è più debole.

Don Luigi Tellatin, Consigliere

Sono il parroco di Facca. Da anni sono impegnato come referente regionale di “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” e Presidente dell’Emporio Solidale Medio Brenta. Mi sono avvicinato a Fratelli Dimenticati grazie alla loro presenza nella mia Parrocchia. Da sempre sono impegnato nel sostegno a distanza e conservo una particolare sensibilità nei confronti dei bambini e delle problematiche che li riguardano. Per questo ho deciso di impegnarmi e di essere di supporto alle attività della Fondazione.

Lorenzo Zago, Consigliere

Anni fa ho avuto la fortuna di conoscere il Presidente della Fondazione Fratelli Dimenticati, Gino Prandina. Attratto dai principi che il progetto della Fondazione esprimeva, sono diventato un suo sostenitore e ho toccato con mano la straordinarietà dei valori vivi e attivi all’interno della Fondazione. Sono grato alla vita per l’opportunità che mi ha dato e non vedo l’ora di condividere il messaggio d’amore che la Fondazione porta nel mondo con tutti i sognatori che credono che un mondo migliore possa esistere.